Lo Statuto

COSTITUZIONE E SCOPI


Art.1 E' costituita, come organizzazione non lucrativa di utilità sociale, la Banda Musicale Comunale con denominazione: GRUPPO STRUMENTALE BANDISTICO DI FELINO

Art.2 Il Gruppo Strumentale Bandistico di Felino, d'ora in poi "Banda", è un'associazione senza fini di lucro, senza discriminazione di carattere politico, religione e di razza, riconosce pari opportunità tra uomo e donna e tutela i diritti inviolabili della persona.

Art.3 La Banda ha lo scopo di rappresentare il Comune di Felino attraverso la cultura musicale bandistica, di allietare con intrattenimenti musicali il pubblico, di contribuire alla diffusione e alla pratica della musica, di promuovere la cultura bandistica, di organizzare e attivare corsi di formazione musicale e strumentale.
Si indicano come colori sociali della suddetta il rosso, il blu ed il bianco.

 


MEZZI FINANZIARI E PATRIMONIO


Art.4 I mezzi finanziari della banda sono composti da:
a) i contributi dell'Amministrazione Comunale di Felino;
b) le quote sociali e gli eventuali contributi da Enti privati o pubblici (diversi dall'Amministrazione Comunale);
c) eventuali erogazioni, donazioni, lasciti;
d) possibili utili derivanti dall'organizzazione o dalla partecipazione a manifestazioni culturali e ricreative.
Il patrimonio è invece costituito da:
a) eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;
b) il patrimonio strumentale, musicale e dal vestiario acquistato con i sopracitati fondi e contributi;
c) beni mobili ed immobili

Art.5 L'esercizio finanziario chiude il trentuno dicembre di ogni anno: alla fine di ogni esercizio è fatto obbligo al Consiglio Direttivo di predisporre un rendiconto economico e finanziario riferito sia all'attività istituzionale sia a quella commerciale eventualmente esercitata, indipendentemente dal regime contabile, ordinario e semplificato, adottato; bilancio consuntivo e preventivo saranno redatti secondo una logica finanziaria ed economica.

Art.6 L'Amministrazione Comunale, titolare della Banda, si impegna a stanziare una somma in denaro, che sarà determinata ogni anno in accordo con il Consiglio Direttivo, per far fronte in tutto o in parte alle spese necessarie al funzionamento del gruppo di seguito specificate:
" onorari del Maestro Direttore e del/i Maestro/i del corso di musica;
" acquisto di strumenti musicali;
" acquisto divise;
" altre eventuali spese straordinarie proposte dal Consiglio Direttivo.
L'Amministrazione Comunale inoltre assegna alla Banda, a titolo gratuito, locali idonei per la sede dei corsi di musica e per le prove che siano dotati dei requisiti necessari per l'insegnamento e l'esecuzione della musica.

Art.7 Il Consiglio Direttivo si fa carico di tutte le spese della Banda individuabili nelle seguenti voci:
a) spese di cancelleria;
b) spese di rappresentanza;
c) spese ordinarie di gestione;
d) acquisto partiture musicali;
e) abbonamenti ad associazioni e riviste;


Art.8 Le entrate, non ancora citate, della banda sono costituite:
a) dalle quote sociali e da un eventuale tesseramento annuale;
b) da sovvenzioni o contributi erogati da Enti pubblici o privati;
c) dall'utile derivante da manifestazioni o partecipazione ad esse;
d) dall'onorario derivante da prestazioni effettuate per privati, associazioni o Enti pubblici e privati diversi da quelli citati nell'Art.43 di questo statuto;
e) da ogni altra entrata che concorra ad incrementare l'attivo sociale e ad alleggerire l'intervento finanziario pubblico da parte dell'Amm. Comunale.


Art.9 Gli utili e gli avanzi di gestione devono essere impiegati per la realizzazione delle attività istituzionali ed a quelle ad esse strettamente connesse.
E' vietata la distribuzione anche indiretta di utili ed avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita della banda, salvo che la destinazione o distribuzione siano imposte dalla legge.

 


I SOCI


Art.10 La base sociale della banda è costituita dai soci:
a) Sostenitori: coloro che avranno accettata la richiesta di adesione, da parte del Consiglio Direttivo, e verseranno la quota sociale che annualmente sarà determinata dal Consiglio Direttivo stesso;
b) Ordinari: i musicisti e i genitori (uno per minorenne) dei musicisti minorenni.


Art.11 E' fatto obbligo ai soci di accettare senza riserve le norme statuarie e regolamentari; tutti i soci hanno diritto di partecipare alle attività della banda cui forniranno prestazione di natura prevalentemente gratuita, salvo il riconoscimento di un rimborso spese per le spese sopportate per l'attività della banda;
I soci maggiorenni hanno diritto di voto (con valore pari ad un'unità) per l'approvazione e le modifiche di statuto e regolamenti o per la nomina del Consiglio Direttivo della banda.

Art.12 La qualità di socio si perde per dimissioni, indegnità o morosità: l'indegnità sarà dichiarata dall'Assemblea; la morosità sarà dichiarata dal Consiglio Direttivo.

 

 

L'ASSEMBLEA DEI SOCI


Art.13 Hanno diritto di intervenire all'Assemblea tutti i soci (ordinari e sostenitori) che in caso di impedimento possono farsi rappresentare, mediante delega scritta, da altri soci purché non membri del Consiglio Direttivo; il socio delegato non potrà essere portatore di più di due deleghe; fanno parte dell'Assemblea anche i membri della Commissione Artistica.

Art.14 Il Presidente della banda convocherà l'Assemblea almeno una volta all'anno mediante comunicazione ai soci in forma scritta contenente l'Ordine del Giorno, almeno dieci giorni prima della data fissata per l'Assemblea.

Art.15 L'Assemblea nomina i componenti eleggibili del Consiglio Direttivo e provvede all'approvazione del bilancio consuntivo e del bilancio preventivo; l'Assemblea delibera sulle modifiche dello statuto, che dovranno essere ratificate successivamente dall'Amministrazione Comunale, e su tutto ciò ad essa demandato per legge o per statuto; l'Assemblea può essere convocata in seduta straordinaria su richiesta di almeno un terzo dei soci.

Art.16 L'Assemblea è presieduta dal Presidente della banda o, in sua assenza, dal Vice Presidente.
Il Presidente nomina, se lo ritiene opportuno, due scrutatori.
Dalle riunioni dell'Assemblea si redige processo verbale firmato dal Presidente e dal Segretario della banda ed eventualmente dagli scrutatori.

Art.17 Le Assemblee s'intendono validamente costituite e deliberanti ai sensi dell'Art. 21 del codice civile.

Art.18 Le deliberazioni assembleari, i bilanci e i rendiconti saranno liberamente accessibili e consultabili ai soci presso la sede sociale, previa richiesta agli organi direttivi.

 


IL CONSIGLIO DIRETTIVO


Art.19 La banda è amministrata da un Consiglio Direttivo composto da otto membri dei quali sei sono eletti dall'Assemblea (che deve scegliere fra i soci) e due sono membri di diritto (Capobanda, Incaricato dell'Amm. Comunale); il Consiglio Direttivo rimane in carica per tre anni con la possibilità di essere rieletti.

Art.20 Il Consiglio Direttivo è così composto:
a) membri eletti dall'Assemblea
o Presidente
o Vice Presidente
o Segretario
o Economo/Cassiere
o Magazziniere
o Responsabile del Corso di Musica

b) membri di diritto
o Capobanda
o Incaricato dell'Amm. Comunale

Il Consiglio Direttivo distribuisce le cariche destinate ai membri eletti nel proprio seno; la validità delle deliberazioni ordinarie e straordinarie è condizionata dalla presenza di almeno cinque membri e dal voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità il voto di chi presiede vale doppio.

Art.21 Il Presidente
rappresenta legalmente la banda, cura l'esecuzione dei deliberati dell'Assemblea e del Consiglio; presiede l'Assemblea e il Consiglio Direttivo; firma i verbali delle adunanze e la corrispondenza, i mandati di pagamento; sovrintende alla disciplina e al buon funzionamento generale della banda e dei suoi organi amministrativi.

Art.22 Il Vicepresidente
coadiuva il Presidente nelle sue mansioni e lo sostituisce con pari facoltà nel caso di sua assenza prolungata o di impedimento temporaneo.

Art.23 Il Segretario
tiene gli atti d'ufficio, cura la corrispondenza, convoca il Consiglio direttivo e le Assemblee su richiesta del Presidente, tiene i contatti con Enti o privati interessati ai servizi musicali della banda; organizza uscite e manifestazioni della banda; promuove, in collaborazione con la Commissione Artistica, l'attività della banda

Art.24 L'Economo-Cassiere
provvede al pagamento delle spese di competenza del Consiglio Direttivo, provvede al recupero delle spese sostenute per i servizi della banda a favore di Enti o di privati, presenta annualmente i bilanci finanziari consuntivo e preventivo da sottoporre all'approvazione del Consiglio Direttivo e dell'Assemblea generale dei soci e da inviare all'Amm. Comunale; adempie alle pratiche riguardanti i protocolli S.I.A.E. e mantiene i contatti con la stessa; provvede agli acquisti approvati dal Consiglio Direttivo in collaborazione con il Segretario e il Magazziniere.

Art.25 Il Magazziniere
custodisce il materiale di vestiario della banda e provvede agli acquisti relativi; custodisce l'archivio musicale e si preoccupa della distribuzione delle parti musicali ai musicisti; tiene il relativo inventario e notifica al Consiglio Direttivo le eventuali necessità; si preoccupa dell'aggiornamento, della distribuzione e dell'assegnazione della divisa ai musicisti.


Art.26 Il Capobanda
è nominato dal Presidente su proposta del Maestro Direttore; è il responsabile della disciplina durante tutte le fasi dell'attività bandistica, in particolar modo durante i servizi deve preoccuparsi dell'immagine della banda (es. tutti devono avere la divisa in ordine, raccomandazioni di carattere disciplinare, inquadramento della formazione durante le parate); collabora direttamente con il Maestro Direttore di cui esegue le direttive.


Art.27 Il Responsabile del Corso di Musica
collabora strettamente con il Maestro Direttore e con il/i Maestro/i del Corso di Musica; si preoccupa di organizzare il suddetto Corso in tutto quanto lo concerne, promuove iniziative per migliorarlo; può rendere esecutive le sue proposte previa approvazione del Consiglio Direttivo.
Se lo ritiene necessario egli può nominare un numero imprecisato di collaboratori esterni al Consiglio Direttivo.

Art.28 L'Incaricato dell'Amm. Comunale
rappresenta l'Amm. Comunale; fa da tramite tra il Consiglio Direttivo e l'Amm. Comunale e cura i rapporti tra i due.

Art.29 Il Consiglio Direttivo è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria della banda senza limitazioni.

Art.30 Le elezioni dei membri del Consiglio Direttivo potranno avvenire attraverso la presentazione di candidature; durante la fase elettiva è obbligatoria la nomina, da parte del Presidente, di due scrutatori che firmeranno insieme a lui ed al Segretario il verbale delle votazioni; gli scrutatori sono responsabili della correttezza e della trasparenza delle operazioni di voto.
Nel caso che, per qualsiasi ragione, durante il corso dell'esercizio venissero a mancare uno o più componenti del Consiglio (eletti dall'assemblea) il Presidente provvederà a convocare l'Assemblea dei soci per surrogare i mancanti. I sostituti resteranno in carica fino alla scadenza del mandato dei consiglieri sostituiti.
Il Consiglio dovrà considerarsi sciolto e non più in carica qualora per dimissioni o per qualsiasi altra causa venga a perdere la maggioranza dei sui componenti (in carica per elezione dell'Assemblea dei soci).

 

IL PRESIDENTE ONORARIO


Art.31 Il Presidente Onorario è il Sindaco pro-tempore del Comune di Felino; ha funzione consultiva e ha diritto di presenziare alle riunioni del Consiglio Direttivo e dell'Assemblea dei soci, senza tuttavia diritto di voto.

 


IL MAESTRO DIRETTORE


Art.32 Il Maestro Direttore è nominato dal Consiglio Direttivo.

Art.33 Il Maestro Direttore ha l'obbligo di osservare il contratto stipulato all'atto del suo incarico con il Consiglio Direttivo; i suoi diritti e i suoi doveri sono stabiliti in via specifica nel suddetto contratto.

Art.34 Il Maestro Direttore, in collaborazione con il Presidente, nomina il Capobanda.

Art.35 Il Maestro Direttore è membro di diritto della Commissione Artistica e collabora strettamente con il/i Maestro/i del Corso di Musica per consentire la totale integrazione degli allievi nell'organico della banda.

 

IL MAESTRO DEL CORSO DI MUSICA


Art.36 Il/I Maestro/i del Corso di Musica si occupa esclusivamente della buona riuscita del suddetto corso; ha il compito di organizzare, in collaborazione con il dirigente responsabile preposto dal Consiglio Direttivo, il Corso di Musica e di curarne la didattica; più persone possono ricoprire questo ruolo per consentire una maggiore specificità e mantenere alto il livello qualitativo degli insegnamenti; ha l'obbligo di consegnare all'inizio dell'anno bandistico il programma didattico affinché il Consiglio Direttivo ne possa disporre la pubblicazione; collabora strettamente con il Maestro Direttore che comunque può ricoprire anche questo ruolo.

Art.37 Il Maestro del Corso di Musica (anche se sono più di uno) è membro di diritto della Commissione Artistica.

Art.38 Il Maestro del Corso di Musica ha l'obbligo di osservare il contratto stipulato all'atto della sua nomina da parte del Consiglio Direttivo; i suoi diritti e i suoi doveri sono stabiliti in via specifica nel suddetto contratto.

 


LA COMMISSIONE ARTISTICA


Art.39 La Commissione Artistica è responsabile del settore artistico e nello specifico: scegliere il repertorio, curare l'immagine della banda in tutto ciò che concerne (scelta delle divise, coreografie, repertorio musicale, orientamento musicale ecc…); cura le scelte promozionali; è incaricata della scelta dei servizi e delle prestazioni musicali della banda in collaborazione con il Segretario.

Art.40 Fanno parte della Commissione Artistica:
a) il Maestro Direttore
b) i Maestri del Corso di Musica
c) il Capobanda
d) il Responsabile del Corso di Musica
e) eventuali collaboratori esterni nominati dal Consiglio Direttivo

Art.41 La Commissione Artistica, pur essendo un organismo indipendente, è subordinata al Consiglio Direttivo e rimane in carica con le modalità dello stesso.

 


DISPOSIZIONI GENERALI


Art.42 La banda ha l'obbligo di suonare gratuitamente nel Comune di Felino, previo accordo con l'Amministrazione Comunale, in occasione delle seguenti ricorrenze:
a) Feste nazionali e solennità civili risultanti obbligatorie per legge
b) Celebrazioni importanti di associazioni a carattere benefico, di volontariato, patriottiche dove collabora il Comune
c) Manifestazioni indette dall'Amministrazione Comunale

 

 

SCIOGLIMENTO


Art.43 Lo scioglimento della banda è deliberato dall'Assemblea che ai sensi dell'Art.21 del Codice Civile nominerà uno o più liquidatori.
In caso di scioglimento il patrimonio della banda sarà devoluto al Comune di Felino, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.
Art.44 La banda ha durata illimitata e non potrà sciogliersi che per voto dell'Assemblea straordinaria appositamente convocata e con il voto favorevole di almeno tre quarti degli aventi diritto di voto presenti; l'Assemblea deve, inoltre, avere i requisiti di legge affinché le delibere possano avere facoltà esecutiva.

 


CONTROVERSIE


Art.45 Tutte le eventuali controversie sociali fra associati e fra questi e la banda o i suoi organi, saranno sottoposte, con esclusione di ogni altra giurisdizione, alla completa competenza di tre Probiviri da nominarsi dall'Assemblea. Essi giudicheranno ex bono et aequo, senza formalità di procedura, e garantendo in ogni caso il diritto al contraddittorio.

 

GsbFelino, 24/08/02

 
Joomla Templates and the Joomla Book